Visitare la Lapponia svedese: cosa vedere e quando andare

Paesaggi immacolati avvolti dal silenzio sotto un cielo che danza sulle note dei colori. Giorni che inseguono la notte senza mai sfiorarla, perdendosi in tramonti senza tempo che abbracciano l’orizzonte. Sguardi rivolti all’infinito, immersi nello stupore reverenziale di chi si trova davanti l’immensità del creato.

Questa è la Lapponia, terra della neve e dello yoik, le cui melodie sembrano perdersi nella notte dei tempi.

Da tanti conosciuta come la casa di Babbo Natale, questa terra senza confini sa regalare al turista la magia dei sogni, della lentezza e della calma. Andare laggiù significa spesso misurarsi con temperature sotto zero, ma cosa sarà mai un po’ di freddo dinanzi allo spettacolo della natura libera di esprimersi in tutte le sue forme e sfumature?

Cosa fare in Lapponia

La Lapponia non è uno stato vero e proprio con confini suoi delimitanti. Più che altro è una regione che si estende dalla Norvegia fino alla Russia, andando a interessare anche territori svedesi e finlandesi. È proprio in Finlandia che troviamo la capitale di questa peculiare fascia geografica, Rovaniemi, conosciuta da tutti come la casa di Babbo Natale, che ogni anno accoglie più di 500000 visitatori

Visitabile in tutte le stagioni dell’anno, la Lapponia riesce a regalare al turista emozioni diverse cambiando abito continuamente, ma, ogni volta, rivestendosi di meraviglia.

Sport su neve in inverno

Protagonista dell’inverno lappone è la neve, che renderà sicuramente felici gli amanti dello sci, dello snowboard delle gite in motoslitta. Ma sbaglia chi pensa di paragonare un viaggio in Lapponia a un soggiorno in una stazione sciistica. La Lapponia sa regalare molto di più!

Dalla pesca su laghi ghiacciati alle escursioni sulla neve con slitte trainate da renne o da husky, dall’ice swimming abbinato a saune peculiari al dormire su letti di ghiaccio, le esperienze che questa terra può farvi vivere cambieranno il vostro modo di relazionarvi col freddo, trasformandolo da disagio in una fonte di divertimento e benessere. 

Aurore boreali

Conosciuta per essere la patria delle aurore boreali e del sole a mezzanotte, la Lapponia si è attrezzata per permettere ai suoi visitatori di godere di questi splendidi spettacoli anche nei momenti più improbabili. Strutture dotate di soffitti di vetro, a forma di igloo, costruite sugli alberi o su laghi ghiacciati, fanno sì che si possa osservare il cielo anche mentre si è comodamente a letto. Il difficile sarà poi dormire: chi vorrebbe chiudere gli occhi dinanzi allo spettacolo della volta celeste che si anima con pennellate di colori danzanti?

Cultura e scienza in Lapponia

Per gli amanti della cultura e della scienza, la Lapponia propone numerosi musei interattivi, come l’Arktikum di Rovaniemi, che ripercorre la storia di questa terra e del popolo sami che da sempre la abita, e il vicino Science Centre Pilke, che mette in primo piano il rispetto per le foreste e il rapporto che l’uomo dovrebbe intessere con esse.

Il legame uomo-natura è molto sentito a queste latitudini dove gli abitanti, un tempo nomadi e praticanti una religione incentrata sullo sciamanesimo, vivevano in perfetta sintonia con piante e animali, nutrendosi delle energie che queste creature condividevano con loro. L’aria di spiritualità che questa gente respirava ancora oggi impregna boschi e cieli, rendendo la Lapponia il luogo ideale per gli spiriti liberi in grado di ascoltare la voce della natura. 

E a proposito di boschi…addentrarsi in essi senza far rumore, con la consapevolezza di essere ospiti in terreni sacri, garantirà incontri ravvicinati con i veri padroni di queste terre, le renne, le alci e i loro occhi profondi, specchi di sapienze antiche che hanno attraversato i secoli.

Visitare la casa di Babbo Natale in Lapponia

La casa di Babbo Natale è l’attrazione delle attrazioni in Lapponia, tappa preferita dei bambini , ma anche di tutti gli adulti che, alla fine, un po’ del loro essere bimbi lo conservano in fondo al cuore.

Il Santa Claus Village, distante circa 8 km da Rovaniemi, è visitabile tutti i giorni dell’anno. Babbo Natale accoglierà tutti a braccia aperte, e i bimbi più scettici potranno vedere con i loro occhi l’ufficio postale dove vengono smistate le letterine che arrivano da tutto il mondo.  

A poca distanza dal villaggio troviamo la cosiddetta “Caverna di babbo natale” o Santa Park di Rovaniemi. Si tratta di un parco divertimenti dove il Natale fa da padrone. Gli elfi accoglieranno con il loro entusiasmo bambini di ogni età, proporranno loro interessanti laboratori, sempre a tema natalizio, alla fine dei quali verrà rilasciato un diploma che attesta la qualifica di aiutante ufficiale di Babbo Natale.

Per chi non ha voglia di mettersi in gioco ma vuole comunque riempirsi gli occhi di meraviglie, al Santa Park  ci sono sempre a disposizione tanti negozietti dedicati allo shopping, una galleria con sculture di ghiaccio, spettacoli messi in scena dagli elfi e una grotta scavata nel monte, dove babbo Natale vi accoglierà mostrandovi anche la sua bellissima slitta che riposa in attesa del gran giorno. 

E le renne? Avrete modo di vedere anche loro. Al Santa Claus Village guide turistiche disponibili e preparate vi porteranno a conoscere questi splendidi animali leggendari. Li  potrete accarezzare, nutrire e fotografare. Non si tireranno indietro neanche nel caso vogliate fare un selfie con loro.

Quando visitare la Lapponia

Chi pensa che visitare la Lapponia significhi solamente immergersi nel Natale sbaglia di grosso. Questa è una terra dove il connubio uomo natura è talmente forte da confondere prima, e conquistare poi i non avvezzi a questa sorta di unione. I paesaggi che questo mondo incontaminato ci regala hanno dell’incredibile e sono meravigliosi in qualunque periodo dell’anno. 

L’inverno colpisce con il suo candore, il suo silenzio assoluto e l’immobilità delle piante. L’aria viene riempita solo dal fiato dei turisti che decidono di avventurarsi in questo paradiso, o dal fumo di qualche camino di una delle caratteristiche baite di legno che spuntano come funghi in mezzo al nulla. Boschi , laghi ghiacciati e cieli tersi riempiono l’anima di infinito, di purezza. Anche coloro che non amano il freddo non potranno che farsi rapire da questi spettacoli.

E quando l’inverno cede il passo alla primavera ecco il rumore dell’acqua rallegrare l’aria, il verde spuntare dal bianco e il canto degli uccelli  riempire di vita ogni angolo. La natura si prepara all’esplosione estiva caratterizzata dal sole che illuminerà il giorno e la notte della regione. Il verde colonizzerà la terra, lamponi e mirtilli rallegreranno i cespugli e riempiranno i panieri degli escursionisti attirati dalle meraviglie dei boschi.

L’estate in Lapponia è il periodo migliore per lunghe camminate in mezzo alla natura, nuotate nei laghi, escursioni in bici, crociere in barca sui fiumi o gite in kayak.

Ma già verso la fine di agosto l’aria comincia a cambiare. Le notti cominciano a richiamare il buio e le foglie a tingersi d’oro  e di bronzo in attesa di quel bianco silenzio che ne custodirà i colori.

Ciao Lapponia, a presto!

Partenza! Quando l’aereo abbandonerà la pista sicuramente una sorta di nostalgia pungente comincerà a insinuarsi nei cuori di chi ha avuto la fortuna di passare qualche giorno in questa terra incantata. Non è facile salutare la Lapponia che riesce a far vivere una fiaba anche ai turisti più esigenti.

Chi l’ha visitata una volta sicuramente farà di tutto per tornarci, ma se ancora non ci siete andati l’occasione giusta per farlo è proprio questa. Natale si avvicina, Babbo Natale vi chiama per mostrarvi che i sogni sono realizzabili anche se sembrano impossibili. Chiudete gli occhi e seguite la sua voce, ne varrà sicuramente la pena!

Se stai organizzando un viaggio in Svezia oppure in Scandinavia, potrebbero esserti utili questo articolo sulle curiosità sulla Svezia oppure una guida rapida su come organizzare un viaggio in scandinavia o magari vuoi fare un passo più grande e trasferirti in una capitale del nord europa?