Dove vedere aurora boreale in Svezia

L’aurora boreale non è paragonabile a nessun’altra attrazione naturalistica. Più che uno spettacolo da visitare, infatti, questo fenomeno naturale è una vera e propria esperienza, che richiede di apprezzare tanto il meraviglioso panorama finale quanto il lungo viaggio che si percorre alla sua ricerca.

Posto quindi che non è affatto scontato che le congiunzioni climatiche e ambientali ti permettano di ammirare questo spettacolo di colori, esistono molti itinerari e basi d’appoggio frequenti. Te ne suggeriamo alcuni, concentrandoci su dove vedere l’aurora boreale in Svezia.

A rendere questi tour ancora più particolari è anche il fatto che lo spettacolo che si presenta agli occhi degli escursionisti è ogni volta diverso e imprevedibile, assicurando scorci e panorami davvero unici e irripetibili. Esistono quindi alcuni elementi, necessari ma non sufficienti, che devono ricorrere nel tuo viaggio se vuoi incontrare l’aurora boreale in Svezia. 

Innanzitutto, la vicinanza al nord magnetico, e dunque la latitudine del tuo viaggio, ben lontana dal sud più urbanizzato dello Stato. Fondamentale, poi, la presenza di un clima secco e di un cielo terso. Per non parlare della lontananza da qualunque forma di inquinamento luminoso

Qual è il periodo migliore per vedere l’aurora boreale in Svezia?

A proposito di luminosità, è evidente quindi che è necessario trovarsi in Svezia nei periodi dell’anno in cui c’è la totale assenza di luce solare. Questo, anche se l’aurora boreale non è un fenomeno stagionale. Il periodo del tuo viaggio inciderà però sulla probabilità di poterne vedere una ad occhio nudo.

I mesi più indicati sono quindi quelli invernali, a partire dalla fine di ottobre e fino a marzo. Quest’ultimo mese è spesso prediletto perché anche tipicamente caratterizzato da precipitazioni scarse, oltre a rilevare delle temperature più basse e un clima più secco.

Vediamo ora le mete principali di questa forma di turismo naturalistico, che può contare su pochi ma assodati centri di osservazione. I principali, in Svezia, sono Abisko e Kiruna, ma anche Björkliden

Abisko

Sito nei pressi dell’omonimo Parco Nazionale, nel cuore della Lapponia svedese, questo paesino dista circa 250 km dal Circolo Polare Artico, collocandosi ancora più a nord del parallelo. Una località di appena 80 abitanti che sarebbe sperduta, se non offrisse un punto d’appoggio strategico per l’osservazione dell’aurora boreale. 

Da Abisko, infatti, si snoda il cosiddetto Sentiero del Re che attraversa i parchi naturali della regione; la cittadina si affaccia inoltre sul lago Torneträsk, regalando suggestivi itinerari nel cuore della natura lappone. Da qui è possibile, attraverso una seggiovia, arrivare in cima al monte Nuolja, a circa 900 metri di altezza, e raggiungere la Sky Aurora Station. Da qui si gode di un panorama impareggiabile, e la probabilità di incontrare un’aurora boreale sono altissime.

Fra le attrazioni più note di Abisko anche l’Ice Hotel. Una struttura ad igloo completamente intagliata nel ghiaccio da artisti. Inutile dire che un pernottamento nel più grande hotel di ghiaccio del mondo valga da solo l’esperienza! In questo caso, a compensare l’assenza di riscaldamento, troverete delle calde coperte di renna e un’area sauna.

Kiruna

Kiruna è un centro più grande rispetto ad Abisko, contando 20 mila abitanti, e rappresenta la città più settentrionale della Svezia. Per questo motivo, la località di Kiruna è una delle preferite dai turisti che trovano un buon compromesso fra natura e servizi.

Qui, ha la sua sede l’Aurora Camp: un complesso sulle montagne di Björkliden fatto di capanne che offre un buon punto di appoggio, oltre a spunti eccezionali per scovare l’aurora boreale. Se questo non bastasse, a Kiruna puoi addentrarti anche in suggestive gite guidate notturne, attraversando l’incantevole panorama rarefatto anche in motoslitta o su slitta trainata da cani da slitta.