Parco nazionale di Stenshuvud

Sei in Svezia, oppure pianifichi un viaggio e stai cercando un luogo dove poter ammirare i meravigliosi paesaggi che solo il Paese scandinavo sa offrire?

Vicino la città di Malmö, famosa tra le altre cose anche per il ponte di Oresund, nel sud della Svezia c’è un incantevole zona di natura incontaminata denominata Parco nazionale Stenshuvud.

Il parco si estende per circa 390 ettari, intorno all’omonima collina. Il nome deriva da una famosa leggenda locale, secondo la quale in tempi molto antichi la grotta di Giddastaun, situata all’interno della collina, ospitò un gigante e sua moglie.

La collina di Stenshuvud, un tempo sede di popolazioni vichinghe, si affaccia sul Mar Baltico da un’altezza di 97 m, con un panorama magnifico su tutta la parte sud della penisola scandinava.

Il parco fu istituito nel 1986, ed è ormai, come dimostrano anche i 400.000 visitatori annui, da tempo uno dei luoghi preferiti non solo dai turisti esteri, ma anche degli Svedesi. Loro, infatti, amano visitare Stenshuvud per rilassarsi e staccare dai frenetici ritmi cittadini.

Se il tempo lo permette, ti sarà possibile avere una vista privilegiata sull’isola danese di Bornholm, famosa per la grande attività di pesca.

Nel parco vivono, numerose specie protette a rischio di estinzione, ma di questo ne parleremo nel dettaglio più avanti.

Storia del parco

Le prime tracce della presenza umana in questo luogo sono riconducibili a circa 6.000 anni fa, tempo in cui popolazioni primitive si dedicavano alla pesca, all’agricoltura e all’allevamento del bestiame.

Successivamente nel Neolitico, l’area fu completamente abbandonata, salvo poi essere usata come base per barbari e vichinghi più tardi. Nel parco è tutt’ora possibile vedere resti appartenenti ad antiche popolazioni come pietre risalenti al tardo Neolitico o addirittura rovine di un castello barbaro del V o del VI secolo in cima alla collina.

Tra il 1347 e il 1352 con l’avvento di una terribile epidemia di peste la zona fu nuovamente abbandonata e lasciata al degrado.

Per avere nuovi segni di civiltà nella zona del parco bisogna attendere l’epoca moderna. Nel XVIII secolo furono infatti dei pescatori che costruirono capanne ancora in uso al giorno d’oggi.

Il XIX secolo portò ulteriori trasformazioni nell’area del parco, che vide attuare una forte deforestazione e divenne una delle zone maggiormente produttrici di mele di tutta la Svezia.

La crescente popolarità di quest’area fece sì che in molti si mobilitarono al fine di un rapido ripopolamento della flora e a nord del parco fu creato un arboreto che comprende tutt’oggi specie esotiche e una grande varietà di funghi.

Nel 1916 fu invece costruito, sempre in cima alla collina di Stenshuvud un faro.

La fama raggiunta da quest’area era ormai ai massimi livelli e a metà degli anni ’20 il botanico Rutger Sernander chiese al governo svedese di prendere provvedimenti al fine di garantire una corretta protezione alla collina, ricevendo risposta affermativa.

Nel 1954 l’area protetta fu ampliata una prima volta e nel 1960 una seconda, che creò nuovi percorsi per i visitatori.

Sette anni dopo il parco divenne zona naturale protetta, che significò addirittura anche una maggiore tutela rispetto le richieste avanzate da Sernander anni prima.

Il parco naturale vede la sua istituzione definitiva nel 1986, con grandezza di 380 ettari poi aumentati a 390.

Ad oggi, questo parco, è l’unico parco naturale svedese con superficie inferiore ai 1.000 ettari.

Specie presenti nel parco

Nel primo paragrafo abbiamo accennato come nel parco ti sarà possibile vedere alcune specie protette e a rischio estinzione.

L’animale però simbolo dell’intero parco è il ghiro, mammifero che potrai incontrare più di una volta sulla tua strada.

Un’importante menzione la meritano anche i volatili che abitano i cieli della zona: il ciuffolotto scarlatto, l’averla dal dorso rosso, aquilone rosso e il fischietto dorato sono solo alcuni degli straordinari esemplari presenti a Stenshuvud

Dove si trova e come poter arrivare?

Il parco nazionale di Stenshuvud è ubicato nella parte sud-est della Svezia, nel piccolo comune di Shimrishamn nella regione chiamata Scania.

Il parco è facilmente raggiungibile dalle vicine città di Malmö, Helsinborg e Lund, ma molto lontano da Stoccolma, che dista più di sei ore in macchina.

Per questo se si arriva in aereo, si può noleggiare un’auto all’aeroporto di Malmö, che rappresenta lo scalo più vicino. In circa 1 ora e 30 minuti ci si potrà immergere nell’autentica natura svedese.