Maddalena di Svezia: una biografia rapida

Maddalena di Svezia è figlia del re di Svezia Carlo XVI Gustavo e di Silvia di Svezia, nonché ottava in linea di successione al trono di Svezia.

Dopo il diploma ginnasiale conseguito nel 2001, ha studiato storia dell’arte all’università di Stoccolma, ove si è specializzata anche in storia ed etnologia, per poi interessarsi qualche anno dopo alla psicologia dell’età evolutiva, vista la sua passione per l’età infantile.

Il suo temperamento ribelle e aperto emerge già dalla decisione di affrontare parte dei suoi studi al di fuori del Paese natale, tra Londra e New York, grazie ai quali è divenuta poliglotta. La principessa di Svezia può infatti vantare la conoscenza di numerose lingue, tra cui sono annoverate lo svedese, l’inglese, il tedesco e il francese. 

Dalle sventure sentimentali al matrimonio felice 

Una delle notizie di cui Madeleine si è resa protagonista e che più fece scalpore fu la relazione con l’avvocato Jonas Bergstrom.

Nonostante i due dovessero convolare a nozze, il matrimonio fu annullato all’ultimo a causa dei tradimenti dell’uomo, scoperti dalla donna e comunicati con amaro dispiacere alla stampa.

Fu un colpo duro per la principessa, legata in amore all’uomo sin dall’età di diciassette anni. Dopo la sfortunata relazione la donna si è trasferita a New York, dove ha conosciuto il finanziere Cristopher O’Neill. Il banchiere della Grande Mela, che ha fatto di tutto per conquistarla, si è rivelato la sua anima gemella, e infatti i due si sono uniti in nozze nella Cappella Reale di Stoccolma l’8 giugno 2013.

Il distacco dalla casa reale di Maddalena di Svezia

La coppia ha da subito deciso di vivere lontano dalla casa reale, di cui Cristopher non è mai divenuto membro, in quanto ciò avrebbe significato rinunciare alla cittadinanza americana a favore di quella svedese. In ciò si misura una fondamentale differenza con la famiglia reale britannica, ove un atto del genere è risultato inviso ai piani alti, come è accaduto con il cosiddetto caso “Megxit” che ha coinvolto Harry e Meghan Markle.

La famiglia svedese si conferma invece molto più moderna nella misura in cui è disposta a rinunciare alle formalità, dimostrando elasticità e apertura. Dopo il matrimonio di Madeleine e Cristopher è nata la principessa Leonore, seguita da Nicolas e Adrianne.

Nel 2018 Madeleine ha poi deciso di rinunciare ai doveri della corona e di compiere il cosiddetto “stepping out”, così da potersi trasferire in Florida con la propria famiglia. Ciò ha comportato l’esclusione dei figli di Madeleine dalla famiglia reale, ma, come ha dichiarato la donna, ciò rappresenta per loro l’opportunità di scegliere liberamente per il proprio futuro.

D’altra parte il trasferimento negli Stati Uniti si comprende meglio alla luce della disparità esistente tra Madeleine e la sorella Vittoria nella successione al trono di Svezia, cui quest’ultima è destinata. Nonostante ciò, Madeleine continua ad avere dei doveri nei confronti della casa reale, che esercita grazie a un accordo stipulato con la propria famiglia. 

L’impegno nella tutela dell’infanzia: la World Childhood Foundation

Tra le altre occupazioni della donna vi è l’impegno nella World Childhood Foundation, fondata dalla regina Silvia di Svezia nel 1999 e volta a fornire assistenza ai bambini sfruttati o in pericolo di vita nel mondo a causa di abusi sessuali, condizioni di vita degradate o sfruttamento minorile.

La sua attenzione all’infanzia, forte sin dai tempi degli studi, è sfociata anche nella scrittura di un libro motivazionale per bambini, dal titolo “Stella and the Secret”, che cerca di insegnare ai più piccoli a far valere le proprie idee e ad affrontare momenti di difficoltà. Inoltre, sulla linea dell’interesse per la tenera età, nel 2006 Madeleine ha lavorato per l’UNICEF di New York nei Servizi a Tutela dei Minori.

Madeleine di Svezia, tra ribellione e fascino della corona

Da sempre ribelle e incline a vivere in modo informale la sua carica di principessa, Madeleine di Svezia è una donna di straordinaria bellezza e intelligenza, che ha saputo coniugare il suo ruolo nella casata dei Bernadotte alla libertà e all’intraprendenza.

Il suo merito sta nell’aver ridefinito in chiave moderna la presenza nella casa reale, rivendicando i propri desideri e obiettivi e mettendo da parte le formalità: con il suo ruolo di attivista e orgogliosa moglie e madre, nonché di membro distinto della famiglia reale, Madeleine si pone ai nostri giorni dinanzi al mondo come paradigma di libertà ed eleganza.